A questo progetto di rilevanza transfrontaliera partecipano le Comunità Montane lombarde e le Regioni di Montagna elvetiche.

William Morris Davis est célèbre pour sa théorie du cycle d'érosion. Il explique la création et l'évolution des formes de relief en trois stades successifs: stade de la jeunesse (relief soulevé), stade de la maturité (action de l'érosion), stade de la vieillesse. Selon cette théorie l'orogenèse est suivie d'une longue phase de stabilité tectonique sans rajeunissement du relief, qu'on appelle pénéplaine.

Nel 1872 Jules Verne pubblica un romanzo che ancora oggi, 140 anni dopo, tutti conoscono e apprezzano per la forza evocativa: Le tour du monde en quatre-vingts jours.

Nel 1872 Jules Verne pubblica un romanzo che ancora oggi, 140 anni dopo, tutti conoscono e apprezzano per la forza evocativa: Le tour du monde en quatre-vingts jours. La storia narra le vicende di Phileas Fogg, un ricco galantuomo londinese abitudinario, sedentario, riservato. Il 2 ottobre 1872, narra il libro, Fogg lascia la sua residenza di Saville Row e si reca come consuetudine al Reform Club. Come ogni giorno, alle undici e mezzo raggiunge la sede del club dopo aver collocato 575 passi.

Selon les sources, les Amazones étaient un peuple de femmes descendant du Dieu de la guerre Arès et de la Nymphe Harmonie. On place leur royaume dans le Nord, sur les pentes du Caucase ou en Thrace. Eschyle definit le Amazones « guerrières, ennemies des hommes ». Elles étaient en effet une nation de femmes guerrières qui se gouvernaient elles-mêmes, sans hommes. Il existe peu de récits à leur sujet, mais curieusement elles ont inspiré beaucoup les peintres et les sculpteurs, donnant ainsi lieu à une importante iconographie.

Arpanet, ancêtre de l’Internet actuel, a été créé en 1969 par le département américain de la défense, plus précisément par l’agence Advanced Research Projects Agency. Il s’agissait d’un réseau reliant les centres de recherche de l’armée et les universités américaines. Un nouveau protocole d’échange fut introduit: le protocole IP.

Forma turistica spesso disprezzata, il campeggio rappresenta una fetta importante dell’industria turistica. Una forma di vacanza relativamente recente che coinvolge un’utenza variegata e dalle disponibilità economiche eterogenee : si va dalla coppia di studenti in vacanza low cost in tenda, fino alla famiglia che trascorre le vacanze in un camper di lusso. Nel loro insieme questi spazi chiusi articolano habitat variegati, popolati da tende, roulottes, campers, bungalows, chalets fino ad arrivare a una delle più recenti scoperte del settore : il glamping.

L’évolution démographique, économique et territoriale du Canton du Tessin pendant ce dernier siècle ont détermine un changement important des rapports entretenus entre espaces construits et espaces naturels. On est souvent en présence de paysages qui mélangent composantes naturelles avec composantes anthropiques. La rivière Tessin présente cette dualité. En ce qui concerne la partie du cours inférieur, l’intervention de l’homme a été particulièrement déterminante sur le paysage et sur l’environnement. Les raisons sont à rechercher dans les caractéristiques de cette rivière et de la plaine qu’elle traverse: en particulier la portée très variable de ce cours d’eau qui engendrait des alluvions désastreuses sur toute la plaine de Magadino, en la rendant dangereuse et inutilisable aux fins agricoles. Avant la mise en place des systèmes de protection et de correction du cours d’eau la plaine de Magadino était en effet un espace naturel où l’intervention humaine était difficile : la rivière occupait une bonne partie de la plaine. Pour un canton de montagne ce fait était encore plus important, étant donné que la rivière occupait une des rares zones de plaine où on aurait pu développer une agriculture intensive.
L’énergie hydraulique est considérée comme une énergie à faible coût de production, renouvelable et propre qui apporte des revenus et des structures importantes aux régions de montagne les plus isolées. Les émissions nocives dans l’atmosphère sont limitées et la perte d’eau est presque nulle. Les répercussions négatives de ce moyen de production électrique sont enregistrées au niveau d’impacts sur le paysage et sur les écosystèmes. La mise en eau de fonds de vallée avec la construction de barrages est à l’origine d’une modification importante du régime du cours d’eau et de la capacité de transport des sédiments, de la modification du niveau de la nappe phréatique, de la modification de la faune et de la flore aquatique.
Il lavoro svolto in queste settimane si è concentrato sullarchivio delle domande di costruzione del Comune di Miglieglia. La situazione prima dell'intervento di catalogazione era piuttosto problematica, soprattutto per quello che riguarda la gestione delle informazioni. L'archivio non disponeva infatti di una catalogazione sistematica che ne permettesse una facile fruizione. Inoltre l'archivio era depositato in luoghi diversi. La ricerca degli incarti si basava principalmente sulla pazienza e sulla conoscenza da parte dei funzionari del comune.

Il Castagno (Castanea sativa Miller) è uno degli elementi fondamentali del paesaggio prealpino al Sud delle Alpi, dove si estende su una superficie assai estesa del territorio, valutata a 25'000 ha . Come il faggio e la quercia, la pianta appartiene alla famiglia delle fagacee. In Europa è presente una sola specie: la castanea sativa, mentre si contano quattro specie in Asia Orientale e sette nell’America del Nord.

Nel secolo scorso il Malcantone conobbe un periodo di intensa attività mineraria, grazie alla presenza di numerosi filoni metalliferi che ne percorrono il sottosuolo. Questi filoni erano noti da tempo ma, purtroppo, non si hanno notizie di sfruttamento vero e proprio.

Per concretizzare a livello locale e regionale uno sviluppo sostenibile, le amministrazioni locali possono adottare diverse soluzioni. Una delle più utilizzate è quella di intraprendere un processo d’Agenda 21, riprendendo i suggerimenti definiti nel 1992 dalla Conferenza delle Nazioni Unite sull’ambiente e lo sviluppo (CNUED) di Rio de Janeiro.

La protezione dell'ambiente è oggi una delle questioni più trattate a livello di politica internazionale. Fino agli anni '70, la stessa questione era solo marginale e poco considerata nelle riunioni dei rappresentanti dei differenti stati. Il primo impulso viene dato dalla pubblicazione del primo rapporto del Club di Roma "I Limiti dello Sviluppo", enfatizzato da una serie concomitante di catastrofi ecologiche.

Il Malcantone è una regione che contribuisce in maniera importante a preservare le testimonianze delle attività del passato. La regione propone in effetti un buon numero di percorsi tematici che valorizzano le numerose testimonianze presenti sul territorio. Ne sono un esempio il sentiero delle meraviglie tra Novaggio ed Aranno, il sentiero del Castagno che si snoda tra i paesi dell'alto Malcantone, il Sentiero dell'acqua ripensata tra Sessa e Monteggio o ancora il sentiero Tracce duomo nel comune di Croglio. La valorizzazione della fornace della Torrazza si propone in questo senso come un'ulteriore tappa di salvaguardia del patrimonio presente nella regione.

La viticoltura è una componente importante dell’agricoltura ticinese che rappresenta circa il 20% del valore della produzione agricola del Cantone. Le cifre pubblicate dall'Ufficio federale dell'agricoltura ci permettono di capire l'importanza di questa produzione nel contesto agricolo nazionale. In effetti, il Ticino con i suoi 1’000ha di superficie vignata si attesta al quarto posto a livello nazionale, dopo Vallese, Vaud e Ginevra.

Territorio prealpino abitato e sfruttato da millenni, il Malcantone conserva un ampio ventaglio di costruzioni e strutture che ricordano l'intenso sfruttamento agricolo di un tempo. Una delle risorse più importanti della regione è proprio costituita dalla rete di 300 km di sentieri segnalati e di percorsi tematici che valorizzano le diverse testimonianze presenti nel territorio.

La Dichiarazione di Berlino sull'accesso aperto alla letteratura scientifica (2003) proclama che la “nostra missione di disseminazione della conoscenza è incompleta se l'informazione non è resa largamente e prontamente disponibile alla società. Occorre sostenere nuove possibilità di disseminazione della conoscenza, non solo attraverso le modalità tradizionali ma anche e sempre più attraverso il paradigma dell'accesso aperto via Internet.

La Valcolla è una regione a nord di Lugano che si sviluppa lungo il corso est-ovest del fiume Cassarate. Il comprensorio è prevalentemente montano: le cime più significative sono il Monte Bar (1816 m) e il Gazzirola (2116 m) lungo il versante nord e la Cima di Foiorina (1810 m) e i Denti della Vecchia (1491 m) a Sud. A est la regione confina con l'Italia, raggiungibile tramite il passo del San Lucio (1542 m).

Da più di 2 anni la galleria del Monte Bianco che collega l’Italia alla Francia è chiusa a causa del tragico incidente che costo’ la vita a 39 persone. I 10'000 abitanti di Chamonix appresero la notizia con grande ansia, considerando che la galleria fosse indispensabile all’economia regionale.

 

La comunità scientifica e le autorità politiche attribuiscono alla scuola un ruolo essenziale nell'educazione allo sviluppo sostenibile. Come sottolineato nel capitolo 25 del piano di azione approvato a Rio de Janeiro "Gli studenti dovrebbero ricevere una formazione scolastica sull’ambiente e lo sviluppo sostenibile. I Governi dovrebbero consultare e far partecipare i giovani nelle decisioni che riguardano l’ambiente." Viene inoltre sottolineato come "La loro partecipazione attiva alla protezione dell’ambiente e il loro coinvolgimento nelle scelte su ambiente e sviluppo è decisivo per il successo a lungo termine dell’Agenda 21."

Nel corso di questi ultimi anni diverse organizzazione attive nel comprensorio del Malcantone hanno avuto modo di lanciare e sviluppare diversi progetti negli ambiti naturalistici e paesaggistici. Il panorama agroalimentare, la via della vite, l’interconnessione delle superfici di compensazione ecologica o ancora l’Agenda 21 regionale ne sono un valido esempio.

L’Arco alpino di sviluppa dal Passo di Cadibona (440 m) fino alle porte di Vienna, per una lunghezza di circa 1200 km. La posizione centrale nel continente europeo ha determinato uno sviluppo precoce delle attività commerciali, come testimoniano i numerosi reperti archeologici ritrovati nelle necropoli esplorate in questi ultimi decenni. Le Alpi, con il loro capitale ecologico, storico e culturale, attirano ogni anno circa 120 milioni di visitatori. L’impatto di questi flussi e dei servizi prodotti per la loro gestione è importante, a livello ambientale, economico e sociale.

È stato abitato dai romani, dagli etruschi e dai longobardi, comprende zone lacustri e pascoli alpini, si divide tra il verde rigoglioso di colline e di valli inaccessibili. E il Malcantone, una regione che vanta risorse importanti dal punto di vista della produzione alimentare. Le testimonianze sul territorio di questa ricchezza non mancano: magli, mulini, caseifici, nevere, roccoli, alpi, monti sono gli oggetti più frequenti.

Il 5 maggio 2004 la Regione Malcantone ha promosso un incontro con un gruppo di agricoltori della regione con l'obbiettivo di lanciare un progetto d'interconnessione delle superfici di compensazione ecologica nell'Alto Malcantone. Gli obbiettivi di questo progetto rientrano pienamente nel concetto sviluppato nell'Agenda 21 Regione Malcantone, documento che formalizza l'impegno dell'Associazione Regione Malcantone nella direzione di uno sviluppo sostenibile della regione. Il progetto si estende infatti sulle tre dimensioni fondamentali dello sviluppo sostenibile: l'ambiente, l'economia e la società. A livello ambientale, l'interconnessione permette di valorizzare la componente naturalistica del territorio, fornendo nel contempo un contributo economico ad un'attività importante per il tessuto sociale della regione di montagna.

"L'inventario dei monumenti è atto di conservazione e di protezione affinché una provvida legge possa essere applicata con sicurezza e coerenza" scriveva il Consigliere di Stato Brenno Galli nell'introduzione del primo inventario edito dal Cantone, elaborato nel 1948 da Piero Bianconi e riguardante le tre valli superiori. Realizzato nel quadro della Legge sulla conservazione dei monumenti storici ed artistici del Cantone del 1909, questo primo inventario identifica e descrive gli edifici o i manufatti protetti dallo Stato.

Con l’avvento e l’affermarsi delle nuove tecnologie dell’informazione, la condivisione delle collezioni è diventata un aspetto importante per quegli enti che si occupano di conservare e valorizzare i beni culturali. Il Centro di dialettologia e di etnografia (CDE) è attivo in questo settore da diverso tempo e a inizio 2013 aprirà il portale e-cde.ti.ch che darà la possibilità di accedere alla banca-dati di oggetti e immagini. Con l’apertura di questo sito giunge al termine un progetto avviato nel 2003 e che ha portato a tre traguardi complementari e significativi.

Les Alpes constituent un vaste ensemble montagneux qui se situe entre deux des ensembles régionaux les plus densément peuplés, les plus actifs et les plus riches du continent : les pays rhénans au nord et l’Italie du Nord au sud. Au total, l’arc alpin rassemble un peu plus de 11 millions d’habitants sur une surface d’environ 181'000 Km2 (Knafou R., 1994).

Le decisioni analizzate nelle scienze sociali sono molto diverse per natura e rendono pertanto la loro analisi delicata. Hanno quasi tutte delle implicazioni spaziali, spesso sottovalutate o semplicemente ignorate dagli attori implicati. In altri casi viene considerato solo il valore soggettivo, emozionale e estetico dello spazio geografico. Ad esempio, durante la scelta di un appartamento verranno tenuti in considerazione fattori quali il paesaggio, la tranquillità, la presenza o l'assenza di determinate infrastrutture. La localizzazione non è diretta, ma viene effettuata attraverso un certo numero di fattori.

Prima di parlare di aggregazioni comunali è necessario chiarire che cosa sia oggi il Comune e quali siano i problemi che lo concernono. La definizione classica descrive il Comune come un ente di diritto pubblico dotato di poteri sovrani in un territorio delimitato. Nella struttura istituzionale elvetica, il Comune costituisce il livello più prossimo ai cittadini e come tale svolge funzioni e servizi vicini alla popolazione. Questa vicinanza favorisce e alimenta una visione che oltrepassa gli aspetti oggettivi e istituzionali, diventando una bandiera alla quale il cittadino si identifica. L’ente locale è quindi un quadro di riferimento sociale e un riferimento politico in cui è possibile contribuire e partecipare attivamente.

Il Museo della Pesca di Caslano è una realtà museale recente che in dieci anni di attività ha saputo guadagnarsi una forte stima tra i fruitori di queste offerte culturali. Grazie all'importante impegno dei responsabili dell'Associazione del Museo del Malcantone questa realtà locale si è rapidamente guadagnata una considerazione a livello nazionale, divenendo meta prediletta da parte di molti confederati.

Come molti sanno, lo sviluppo sostenibile è una dinamica che cerca di promuovere uno sviluppo equilibrato tra economia, ambiente e società. Questo modello globale, promuove un’applicazione concreta a livello locale dei principi che lo caratterizzano. Come può questo paradigma influire sulle attività di un museo?

Unitamente a Bidogno, Albumo (Corticiasca) rappresenta il punto d’attacco ideale al Monte Bar. In passato da queste due località le donne partivano con gli sci caricati nelle gerle, in modo da risparmiare la fatica ai facoltosi della vicina Lugano.

La HES-SO organise chaque année une réunion thématique à laquelle sont invités toutes les collaboratrices et tous les collaborateurs des bibliothèques de la HES-SO. Il s’agit du « Forum annuel des bibliothèques de la HES-SO ». Le thème retenu cette année est le suivant : « Le marketing en bibliothèque ou comment valoriser nos activités et services auprès de nos clients et décideurs ». Le but général de ces journées est de donner des idées et de fournir des pistes de réflexion aux bibliothècaires présents.

Lors de la Conférence des Nations Unies sur l’environnement et le développement (CNUED) qui s’est tenue en 1992, les gouvernements ont pris l’engagement d’adopter des stratégies nationales de développement durable. Les stratégies étaient envisagées comme des instruments à caractère participatif ayant pour objet d’assurer un progrès économique et social, tout en préservant l’environnement et les ressources pour les générations futures. L’Agenda 21 est une stratégie d’action en 40 chapitres qui définit ce qu’il convient de faire pour assurer un développement durable mondial. Le chapitre 28 de ce document concerne spécialement les communes qu’il encourage à contribuer à la mise en place de processus d’Agenda 21 local : « D'ici à 1996, la plupart des collectivités locales de tous les pays devraient mettre en place un mécanisme de consultation de la population et parvenir à un consensus sur un programme Action 21 à l'échelon de la collectivité » (point 28.2a, annexe 8.2). C'était là l'objectif premier adressé à Rio en juin 1992 aux collectivités locales pour qu'elles participent à leur niveau à la réalisation du développement durable. Il est ainsi reconnu que de nombreux problèmes, et leurs solutions, se trouvent dans la vie et l’action quotidienne des hommes dans les villes, les quartiers, les villages et les régions. A l’heure actuelle, plusieurs milliers de communes de tous les continents participent avec leurs habitants à ce genre de plan d’action (Häberli 2002).

Le rocce della valle della Tresa appartengono allo zoccolo prevarisico delle Alpi meridionali. Si tratta di rocce cristalline composte prevalentemente da quarzo, feldspato, miche e minerali scuri. Durante gli eventi orogenetici si sono formate delle fessure che hanno consentito la risalita di fluidi ricchi di minerali come argento, oro e ferro. La morfologia del territorio è il risultato dell'erosione fluvio-glaciale, caratterizzata dalla presenza di valli aperte e rilievi dolci, accompagnati da dossi, gole e anfratti sulle vali laterali.

Non ho mai dato grande importanza alla fotografia. Fotografavo perché era necessario, ma sempre con la sensazione che fosse una perdita di tempo, una perdita d’attenzione”[1]. Claude Lévi-Strauss si esprime in termini forti al riguardo della fotografia. Una tesi in netto contrasto con la visione contemporanea di una società che vive costantemente sotto la pressione delle immagini. Il ricercatore, nel seguito dell’intervista condotta da Véronique Mortaigne chiarisce la sua posizione: “Mi è capitato ogni tanto di premere il bottone e di riprendere qualche immagine, ma ben presto ne sono rimasto disgustato perché, con l’occhio dietro all’obbiettivo, non si vede cosa accade e ancor meno si capisce”.

Dans le contexte des conquêtes romaines, des guerres civiles et sociales, viennent s’insérer les guerres serviles. Le rassemblement excessif d’esclaves dans les campagnes, le manque d’encadrement et la politique laxiste des dirigeants romains face aux prémices des révoltes, laissent la porte ouverte à d’importantes révoltes serviles entre 139 et 71 av. J.C..

À partir de 235 l’Empire se trouve dans une crise que les auteurs du temps ont décrit avec des termes particulièrement graves. L’enfoncement dans cette crise est progréssif et lent, entre 235 et 268, signée par invasions, usurpations et difficultés économiques.

Negli ultimi anni Internet, e più specificatamente le reti sociali virtuali, hanno assunto un'importanza crescente anche nell'ambito della comunicazione del prodotto culturale. Si tratta di una serie di canali di facile accesso che non richiedono investimenti rilevanti. In questo contesto, i musei non possono più permettersi una comunicazione istituzionale ingessata, limitata a un sito statico in cui presentare in modo approssimativo le proprie attività espositive.

Les routes sont un aspect important, même fondamental d’une société. Il s’agit en effet -avec les voie fluviales- du seul moyen de communication, d’échange et de diffusion des sociétés antiques. Pour l’Empire romain ?le rôle économique et stratégique des voie a été clair et évident: les voies étaient un moyen de l’empire pour la diffusion de la civilisation romaine et pour la maintenir.

"En 1945 Aurèle Sandoz fit cadeau de l’Alpe La Pierreuse à la commune de Château-d’Oex - à la condition qu’elle devienne le noyau d’une grande réserve naturelle. Le canton de Vaud suivit le mouvement et apporta à la réserve la partie cantonale de la haute montagne." (Barkhausen, Geiser, 1998). Aujourd’hui, la Pierreuse est une grande réserve alpestre qui est placée sous la sauvegarde de Pro Natura depuis le 6 janvier 1958. Le site est représentatif des Alpes calcaires, tant du point de vue des conditions écologiques que des facettes de paysages, de la faune et de la flore. Ces spécificités ont donné lieu à une littérature abondante relative à ces sujets (Hainard, 1984). Le Pays-d’Enhaut est en outre l’objet d’un grand nombre d’études dans le cadre du projet MAB qui ont permis une prise de conscience déjà aux années ‘80 de la problématique homme-nature.

En Suisse le tourisme est un secteur stratégique de l’économie nationale qui est passé par plusieurs phases. Au cours du XVIIIe siècle la Suisse commence à développer un tourisme qui est strictement lié au changement de perception de la Suisse et de la montagne plus en général. Grâce aux écrivains et aux peintres étrangers, anglais et français en particulier, des milliers de touristes convergent alors vers les sites mentionnés par les auteurs, savourant ainsi l’image mythique et sublime de ce pays. La Suisse devient alors l’objet d’un tourisme élitiste qui pose les bases du développement d’une véritable industrie touristique de masse au cours du XIXe siècle, un développement qui l’amène dans les années ’50 à s’emparer de 8 % du marché mondial et à se ranger dans le groupe des cinq plus grands pays touristiques de la planète. À partir des années ’60 on assiste au développement d’une politique de tourisme de masse dans l’arc alpin qui vise essentiellement la saison hivernale. Au cours des dernières décennies on a aussi favorisé le développement de la saison estivale, attirant elle aussi de millions de touristes chaque année. L’arc alpin est devenu ainsi le plus important espace touristique montagnard mondial avec des atouts spécifiques: un capital naturel, une bonne image, la facilité d’accès, le bon équipement et la proximité aux grands flux touristiques.

Samedi premier août, jour de la fête nationale suisse : une journée qui au Tessin a été assez couverte, avec quelque éclaircie dans la deuxième partie de la journée et quelque pluie orageuse sporadique.

Obiettivo della presentazione: illustrare sinteticamente la struttura e i contenuti dei cataloghi informatizzati del Centro di dialettologia e di etnografia, mettendo in particolare evidenza il ruolo della mediateca.

Il 13 maggio 2003 Il Dipartimento del Territorio rispondeva alla richiesta del 17 luglio 2002 presentata dal Municipio di Agno relativa all’istituzione di una zona AP-EP per un centro sportivo regionale. Come rilevato nel documento, la sottrazione di un territorio agricolo di 60'000 m2 rappresenta uno dei punti più incerti dell’operazione.

La piraterie est une constante dans le monde antique, considéré une forme légitime d’activité marine: un phénomène indissociable des implications politiques, économiques et sociales.

Negli ultimi anni si stanno sviluppando offerte che cercano di allargare la portata dei progetti educativi nelle biblioteche, realizzando nuove e inaspettate sinergie con istituzioni che, pur vantando collezioni e archivi molto ricchi, hanno realizzato pochi strumenti per renderli accessibili. La convergenza in atto tra archivi, biblioteche e musei consente infatti di realizzare soluzioni che non si limitano all'aspetto catalografico, ma che integrano al loro interno una forte componente formativa e di valorizzazione del patrimonio culturale custodito dai singoli istituti. Il Dipartimento dell'educazione, della cultura e dello sport (DECS), consapevole del grande potenziale derivante da queste sinergie, ha lanciato nel 2013 il progetto «Sàmara – Il patrimonio culturale del Cantone Ticino», che intende sviluppare strategie e strumenti per promuovere nuove sensibilità, facoltà e attitudini in rapporto al patrimonio culturale, pianificando un approccio coerente, aperto e multidisciplinare. Dopo una breve analisi del paesaggio culturale ticinese e della sua accessibilità, l’intervento si concentrerà sui punti principali che caratterizzano il progetto sàmara e sulle relazioni che intercorrono con l’universo delle biblioteche.

Qu’est-ce qu’il était le Tessin de l’époque romaine ? Un territoire peripherique où les population locales ont subi des influences importantes, d’une part avec l’arrive des celtes, d’autre part avec l’arrivée des romains. L’importance de cette région est essentiellement stratégique, avec des voies de communications qui liaient le Sud des Alpes au populations du Nord : les necropoles attestent la presence d’échanges commerciaux, notamment la où un passage à travers les Alpes était possible. Quel pouvait etre le paysage à cette epoque ? Quels types d’implantation on y pratiquait ?

Nel corso degli anni si sono avvicendate notizie sui record di passeggeri toccati dallo scalo di Lugano, sullo sviluppo inarrestabile delle strutture, sull’importante impatto economico, per poi passare alle criticità, al declino dei numeri e alla crisi che ormai caratterizza l’aeroporto da un buon decennio.

L’ agriculture joue un rôle fondamentale dans la société grecque. Elle se concentre sur des produits typiquement méditerranéens tel que le vin, les céréales et l’huile d’olive.

Fino a pochi anni fa, il tema trattato dal convegno internazionale di studi Archivi etnolinguistici multimediali rasentava l’utopia. Come indicato nel 1973 dal Museo d’Arte e di Storia di Ginevra "Un inventario generale, purtroppo utopico, è la formula migliore per scoprire le ricchezze rimaste troppo a lungo sconosciute" (GARDIN 1973).

Dexiléos fut tué en 394, alors qu'il participait au sein d'un groupe de 5 cavaliers à une bataille près de Corinthe. Il était âgée de 20 ans. Son portrait idéalisé, sculpté sur une stèle funéraire, le présente triomphant sur l'ennemi, au détriment de la réalité.

Les nècropoles d'Ornavasso (San Bernardo et Persona) nous fournissent un mobilier archèologique important appartenant à environ 330 tombes qu'on peut dater entre 130 av. J.C. et 100 ap. J.C. (datation d'Agostinetti, 1972).

Il cambiamento? Il tema del cambiamento è presente in tutti i settori della società ed è molto presente nel panorama mediatico. Nel mondo politico fa parte delle argomentazioni di tutti gli schieramenti politici dall’inizio degli anni 2000. Con quali risultati?

Dans la version plus répandue du mythe, Cassiopée est la femme de Céphée (Kepheus I - roi d'Ethiopie) et mère d'Andromède (Andromeda I). Elle se distingue par sa beauté et s'étant vantée d'être plus belle des Néréides, Poséidon la punit en envoyant un mostre marin pour ravager le royaume de Céphée. Andromeda est ensuite sacrifiée pour apaiser le monstre, mais Persée la sauve en le tuant.

La fotografia a Sud delle Alpi è una realtà composita che si intreccia con diversi fenomeni storici e sociali. Di riflesso la fotografia non è riconducibile unicamente a un archivio fotografico, ma anche al corollario di informazioni e documenti che ne descrivono i dettagli tecnici, i contenuti, la forma, l’intento e le modalità di fruizione. La fotografia è un ottimo esempio di meta-archivio, un concetto presente in diverse iniziative promosse dal SVPC. Il tema di fondo del nostro intervento riguarda tre aspetti diversi e complementari che riguardano direttamente i patrimoni fotografici ticinesi: la loro gestione, promozione e valorizzazione. In particolare, presentiamo il progetto di piattaforma catalografica, il progetto sàmara – il patrimonio culturale del Cantone Ticino, e infine il progetto di Museo Virtuale, cercando di evidenziare l’impatto e l’utilità di questi progetti nell’ottica della fotografia in archivio.

Il termine appare per la prima volta nella Svizzera italiana sul Corriere del Ticino dell’11 novembre 1990, in margine al processo del pirata informatico Morris, reo di essersi intruso, nel 1988, nei sistemi elettronici americani: “Alla Internet sono collegati anche diversi computer della Nasa e del Pentagono” .

Come per la società, la “storia del rifiuto” ha vissuto dei grandi capovolgimenti in questo ultimo secolo. All'inizio del XX. Secolo la composizione dei rifiuti urbani era dominata dai residui di combustione (ceneri, scorie) provenienti da impianti domestici. Il resto era costituito da carta, paglia e altri rifiuti organici.

Negli ultimi anni la filiera culturale ha vissuto un profondo mutamento, complice l’affermarsi di nuovi modi di produrre, diffondere e consumare l’informazione. Anche nel settore bibliotecario, le dinamiche globali hanno comportato una notevole mutazione dei prodotti e dei servizi storicamente affermati. Le biblioteche cambiano e di riflesso evolvono anche gli strumenti da loro offerti. Le parole d’ordine, oggi, sembrano essere convergenza, digitalizzazione, messa in rete, reference: al di là della moda, quali prospettive e quali problemi pongono queste nuove dinamiche?

La question de la fusion entre les communes se pose aujourd'hui avec une certaine importance au niveau européen: plusieurs communes ont des sérieuses difficultés financières et l'accroissement de la mobilité de la population a faibli les liens avec la commune.

 

En novembre 1998, une année avant l’ouverture au Bouveret du centre de loisirs aquatiques Aquaparc, les promoteurs du projet ventaient dans leur premier communiqué de presse le côté « vert s’il en est » de leur parc. En effet, au vue des concessions qui ont été faites aux milieux de protection de la nature et du souci d’utiliser des énergies propres comme le gaz et l’électricité solaire, on ose croire que la direction du parc de loisirs a réussi à concilier au mieux les intérêts de développement économique d’une région périphérique avec ceux de la protection de l’environnement.

Quels sont les rapports entre notre source écrite principale, les commentaires de César, et les données archéologiques ? Est-ce qu’il y a ou est ce qu’il n’y a pas de cohérence entre les différentes informations ? Comment peut-on démontrer la réalité archéologique de cette conquête ?

The Department of Education, Culture and Sport, through the Division of Culture and University Studies, presented officially on August, 11th the swiss Italian Literary Guide project at the Spazio Magnolia (RSI) in Locarno.

Les effets de la présence de l’eau dans l’industrie sont multiples. Ils dépendent notamment de la typologie des industries, du type d’usage qui est fait de l’eau, des quantités et de la qualité des eaux disponibles et utilisées. On peut alors établir une différenciation horizontale, selon les différentes ressources disponibles dans l’espace et une différenciation verticale, selon les types d’usages qui sont faits de cette eau.

L’Empire romain des Flaviens à Dioclétien : centres et péripheries.

L’elaborazione di un sito non è un progetto, ma un processo integrativo che comprende diverse fasi più o meno complesse. Le fasi preliminari sono fondamentali e dovrebbero partire da alcune semplici domande: Perché costruire un sito? Quali obiettivi abbiamo? Chi utilizzerà la nuova offerta? (interno/estreno) Come gestiremo il nuovo sito? Potrà fornire un valore aggiunto alle nostre attività attuali? E’ importante contestualizzare le esigenze e proporre delle soluzioni moderne, dinamiche e scalabili.

In recent years the delicate balance of ecosystems has undergone deep alterations due primarily to a drastic increase in human activities, on a global, regional and local geographical scale. The rapid development experienced during the post-war period in fact has led, in addition to countless benefits, also to many consequences for the environment, including the reduction of the ozone layer and the release of numerous pollutants.

Nella Svizzera italiana e nella regione insubrica una parte significativa del territorio è costituita da corsi d'acqua e da laghi, elementi che arricchiscono il paesaggio prealpino ed alpino, fornendo nel contempo un importante habitat per numerose specie animali e vegetali.

Da qualche anno Internet è entrato prepotentemente nelle nostre vite, modificando abitudini e percezioni in modo trasversale, in tutte la categorie d’età, sociali, professionali. Questo nuovo canale permette un accesso diretto e libero a tutte le informazioni. Ma è davvero così?

Il Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport (DECS), per il tramite della Divisione della cultura e degli studi universitari (DCSU), annuncia che dal 21 marzo 2019 è online la piattaforma Biblioteca digitale del Cantone Ticino, realizzata in collaborazione con il Centro sistemi informativi (CSI) dell’Amministrazione Cantonale. Sul sito https://bibliotecadigitale.ti.ch sarà possibile consultare liberamente 16'500 pagine delle pubblicazioni degli istituti culturali che fanno capo alla Divisione.

Nell’ultimo decennio le tecnologie dell’informazione hanno progressivamente influenzato e conquistato tutti gli ambiti della società civile. Anche il settore culturale, dopo un inizio titubante, ha adottato nuovi strumenti e nuovi canali di comunicazione per produrre e promuovere le proprie iniziative. Negli ultimi anni uno degli aspetti che sono stati maggiormente sviluppati riguarda la catalogazione di archivi e collezioni museografiche e la loro relativa pubblicazione in Internet.

Dall’inizio del 2013 anche il Centro di dialettologia e di etnografia (CDE) si è dotato di uno strumento che consente di accedere alla ricca banca-dati etnografica realizzata a partire dal 1984. Il portale http://e-cde.ti.ch, attivato in questi giorni, permette di consultare circa 97'000 schede riguardanti 26'000 oggetti e 71'000 immagini. Nell’ambito dell’Amministrazione cantonale si tratta della prima iniziativa di questo genere che concretizza nel migliore dei modi i principi di trasparenza e di ritorno al cittadino di quanto prodotto negli istituti pubblici.

Sembra impossibile, ma sono passati solo pochi mesi da quando un piccolo parassita ha bloccato gran parte dei flussi di persone da una parte all'altra del globo. In queste settimane i media hanno avuto modo di descrivere nel dettaglio le situazioni più tragiche e strazianti, dando spazio a un numero elevato di opinionisti, specialisti, analisti che si sono espressi con più o meno prudenza rispetto a dei dati scientifici che -evidentemente, considerata l'evoluzione rapida del fenomeno- non sono sempre solidi o raccolti con metodi uniformi.

Sono aperte le iscrizioni al convegno “Digitalizza la cultura. Nuove mediazioni dei patrimoni audiovisivi” che si terrà mercoledì 27 ottobre 2021 a Lugano. Il Sistema per la valorizzazione del patrimonio culturale (SVPC) del Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport (DECS) coglie così l’invito della Giornata mondiale del patrimonio audiovisivo indetta dall’UNESCO, proponendo una giornata d’approfondimento sulle relazioni tra i patrimoni culturali audiovisivi, la loro digitalizzazione e le nuove forme di mediazione che se ne possono ricavare. 

Il Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport (DECS), per il tramite della Divisione della cultura e degli studi universitari (DCSU), comunica che la piattaforma Biblioteca digitale del Cantone Ticino ha raggiunto ad agosto 2021 il traguardo delle 256'000 pagine. Complessivamente sono ora disponibili poco meno di 900 titoli.